Skip to main content
Connect with us
Cronaca

L’antimafia abbandonata

Un auto, simbolo del terrore mafioso, abbandonata a se stessa. Il commento del Presidente di Telesud, Massimo Marino

Pubblicato

il

L’antimafia abbandonata

Avevamo sollevato qualche anno fa la triste storia dell’auto del magistrato Carlo Palermo, esplosa nel lontano 1985 nella strage di Pizzolungo provocando la morte di Barbara Rizzo e dei suoi gemellini. Nel servizio di lunedì, del nostro Luigi Todaro, abbiamo ripercorso le tappe da quel tragico 2 aprile. Una vettura abbandonata a se stessa, in un angolo dell’autoparco comunale di Trapani che nessuno sembra intenzionato a rendergli la dignità che merita, così come fatto con l’auto di Giovanni Falcone, conservata in una teca presso il dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria a Roma, struttura intitolata allo stesso Giudice, a memoria plastica di ciò che rappresenta l’orrore mafioso. Speravamo nei sindaci di Erice e Salemi, primi cittadini di Pizzolungo, luogo dell’attentato, e della cittadina belicina dove insiste un interessantissimo museo della mafia. Ciononostante, sia Tranchida, allora in carica, che Venuti, nonostante lì reputiamo degli ottimi amministratori non hanno colto la palla al balzo, al netto di pallidi entusiasmi momentanei. Peggio ancora, così come ogni primo cittadino siciliano che si rispetti, non si manca di coinvolgere, o comunque presenziare, l’associazionismo di maniera ad ogni iniziativa antimafia, magari lodevole nelle intenzioni ma che alla fine resta la solita sterile passerella, ormai altrettanto cancro della nostra isola come, con ogni evidenza, le inchieste di questi anni hanno evidenziato in tutto il suo squallore travolgendo illustri paladini dell’antimafia presenti in prima fila nelle tante celebrazioni passate sull’isola. Ma dell’auto dicevamo: una iniziativa che sarebbe facilissima dal finanziare con l’apporto dei privati, anzi, Telesud offre sin d’ora la propria disponibilità ad essere della partita…., dal valore inestimabile per la sua valenza civica e culturale, assai più significativa e incisiva delle inutili passerelle che nulla lasciano alle generazioni presenti e future. Forse “lasciano” a chi vi partecipa, come hanno svelato tante cronache giudiziarie; ma nonostante l’evidenza non c’è amministratore che non si lasci affascinare dal cerchio magico che conta, pur di mettere il logo “pesante” in locandina piuttosto che qualche scatto da condividere sui social, come se senza “Guru&Santini vari di giro” una ricorrenza non possa essere svolta.

Massimo Marino 

Presidente di Telesud 

 

Da telesud3.com

Telesud, news e notizie aggiornate dalla provincia di Trapani.

Telesud 3 s.r.l. – via Isolella 13, 91100 Trapani - Direttore responsabile Salvatore Cammareri
Email: redazionetelesud3.com - Tel. 092325002 - Fax. 092324260
P.IVA: 01440320818 - TRIB. TRAPANI: 4555 - C.C.I.A.A. TRAPANI: 84190