Skip to main content
Connect with us
Cronaca

Istigazione al suicidio?

L’ipotesi avanzata dai familiari della ragazza ritrovata impiccata nella sua abitazione di Marausa che si sono affidati ad un avvocato. Frattanto, domani pomeriggio, verrà eseguita l’autopsia

Pubblicato

il

Istigazione al suicidio?

Un dubbio atroce quello che tormenta i familiari di Daniela.  E cioè che dietro alla  morte della giovane di 28 anni, rinvenuta impiccata nella sua casa,  vi possa essere l’istigazione al suicidio o qualcosa ancora di più grave.  Così hanno dato mandato all’avvocato Donatella Buscaino di essere presente all’autopsia, fissata per domani pomeriggio, riservandosi anche di procedere alla nomina di un consulente di parte. L’indice accusatore dei parenti di Daniela Ricciardi è puntato contro il fidanzato, un maresciallo dei carabinieri di 36 anni,  originario di Marsala che presta servizio ad Erice Vetta. L’ipotesi dell’istigazione scaturirebbe dai messaggi rinvenuti nel telefonino della ragazza, scritti dal militare dell’Arma. Un rapporto burrascoso tra i due. L’ultima lite avrebbe spinto Daniela a togliersi la vita, impiccandosi con il guinzaglio del suo cane anche se la vicenda presenta ancora lati oscuri a tal punto che per vederci chiaro la Procura di Trapani ha aperto una inchiesta, disponendo l’esame autoptico.  Per il momento, tuttavia lo scenario attorno al quale si stanno muovendo i carabinieri che indagano sul caso, sarebbe quello del suicidio anche se familiari e amici – ascoltati dagli investigatori – avrebbe rilevato che Daniela non manifestava alcun malessere, tale da giustificare un gesto così estremo. E sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti è finito anche il messaggio d’addio, scritto a stampatello – anche questo particolare rientra tra le anomalie che presenta il caso, di solito lei, infatti,  scriveva in corsivo – che Daniela ha lasciato alla madre, pregandola di prendersi cura del suo cane e di vendere il piccolo bed and breakfast che la ragazza – dipendente del Mc Donald’s di Trapani – gestiva con l’aiuto della mamma. La tragedia si è consumata, domenica mattina, a Marausa.  Il cadavere è stato rinvenuto, intorno alle cinque, dalla madre. Attorno al collo un guinzaglio.. La ventottenne, secondo le testimonianze raccolte dai militari dell’Arma, avrebbe avuto un litigio con il fidanzato, a quanto pare per questioni di gelosia,   al quale, subito dopo,  avrebbe inviato messaggi,  sostenendo di volerla fare finita. Preoccupato il carabiniere marsalese si sarebbe recato a casa della fidanzata. Ha bussato alla porta, senza  tuttavia ottenere alcuna risposta. Da qui, pertanto, la decisione di chiamare la madre della giovane che si è precipitata nella frazione trapanese, facendo la macabra scoperta.  

Da telesud3.com

Telesud, news e notizie aggiornate dalla provincia di Trapani.

Telesud 3 s.r.l. – via Isolella 13, 91100 Trapani - Direttore responsabile Salvatore Cammareri
Email: redazionetelesud3.com - Tel. 092325002 - Fax. 092324260
P.IVA: 01440320818 - TRIB. TRAPANI: 4555 - C.C.I.A.A. TRAPANI: 84190