Skip to main content
Connect with us
Cultura

Complimenti, Ente Luglio

Il commento sulla trasferta tunisina del presidente di Telesud, Massimo Marino.

Pubblicato

il

Complimenti, Ente Luglio

Un innegabile successo quello del Luglio Musicale in terra di Tunisia: di spettatori, di visibilità e di relazioni per concrete basi di ulteriori sinergie future. Un successo che, come sempre, non ha lesinato critiche con gli immancabili social a polemizzare non poco in queste settimane. Sostanzialmente, “le accuse” al Luglio sono state incentrate sulle spese sostenute, distraendo risorse da un cartellone trapanese ritenuto manchevole, e sulle potenzialità effettive di svolgere queste attività fuori dai confini regionali, a rigor di statuto. Sulle prime, mi risulta che le spese sono state sostenute, interamente, dal Ministero della Cultura tunisina e lascio volentieri agli organi di vigilanza il compito di valutare la legittimità dell’operazione, fra l’altro, assai discrezionale nelle finalità, se sia stato un bene o meno svolgerla. Personalmente, anche se il Luglio Musicale avesse speso alcune migliaia di euro per sostenere l’iniziativa, magari a discapito di un appuntamento in meno sul nostro territorio, reputo che abbia fatto benissimo, visto la portata dell’evento ed il ritorno d’immagine, ma non solo, della trasferta: ritorno culturale, pubblicitario e non ultimo potenzialmente economico. Tutti aspetti che non potrebbero essere neanche lontanamente raggiungibili restando in Sicilia. Questo, al netto di uno statuto che, se così fosse, sarebbe assolutamente anacronistico e tassativamente da cambiare alle soglie del 2020. Per quanto riguarda la distrazione delle risorse sul cartellone locale, anche qui, la discrezionalità sarebbe ampia; cionondimeno, non mi risulta: il numero d’iniziative calendarizzate sono lì a testimoniarlo così come i numeri del botteghino. Ad ogni modo, a mio modesto parere, polemiche di cortissimo respiro frutto di un provincialismo cui noi trapanesi siamo ben lungi dall’affrancarci. Davvero, non mi capacito di come ci si possa soffermare su sciocchezze di qualche migliaia di euro, piuttosto che su elasticità statutarie, davanti ad un successo del genere. Portare una eccellenza nostrana fuori dai confini nazionali, accolta dai massimi esponenti istituzionali del Paese, con potenzialità sinergiche smisurate, mi sembra follia pura. Chi scrive non ha nessuna partigianeria precostituita, tanto meno economica, con il Luglio; Telesud, da decenni, ha una piccola convenzione con l’Ente ed immagino continuerà ad averla a prescindere di chi ci sia al suo timone. Con De Santis, che conosco da sempre, ho spesso avuto momenti di scontro, anche duri in passato; ma è indubbio che questo successo sia da ascrivere a lui. Certamente con altri, istituzioni, artisti e maestranze comprese, ma il suo ruolo è stato fondamentale, così come la visione complessiva di ciò che debba essere, oggi, l’Ente. Mi auguro che questo progetto possa essere sostenuto anche dall’amministrazione Tranchida per una istituzione che non può essere annoverata fra i “classici” sottogoverni per essere affidata a pur legittime scelte che ogni nuovo Sindaco può disporre nella discrezionalità del ruolo che ricopre; oneri ed onori compresi. Insomma, costruiamo assieme un futuro che ha gettato in questi anni delle solide basi; destrutturare tutto per programmare l’incerto non ci sembra la scelta migliore. Se ci verrà chiesto, per quello che possa essere il modesto contributo del nostro Gruppo Editoriale, Telesud farà la sua parte.  

Massimo Marino 
Presidente di Telesud 

Da telesud3.com

Telesud, news e notizie aggiornate dalla provincia di Trapani.

Telesud 3 s.r.l. – via Isolella 13, 91100 Trapani - Direttore responsabile Salvatore Cammareri
Email: redazionetelesud3.com - Tel. 092325002 - Fax. 092324260
P.IVA: 01440320818 - TRIB. TRAPANI: 4555 - C.C.I.A.A. TRAPANI: 84190