Skip to main content
Connect with us
Politica

Aut aut a Tranchida

Ieri, la coalizione che sostiene l'ex sindaco di Erice si è riunita: Guaiana e La Porta mettono il veto sull'ex assessore Briale. I Futuristi si alzano e vanno via.

Pubblicato

il

Aut aut a Tranchida

L’appuntamento era fissato per le 16 in via Marconi nel quartier generale di Giacomo Tranchida. Presenti, oltre al candidato sindaco, l’On Paolo Ruggirello, il professore Marchingiglio in rappresentanza di “Trapani con Coerenza” dell’ex capogruppo dem Abbruscato, Fabio Bongiovanni per l’Udc ed infine i “duellanti”: Francesco Salone e Franco Briale da una parte ed il leader di “Amo Trapani” Guaiana con l’ex consigliere Peppe La Porta dall’altra. Questi ultimi hanno posto un veto; chiaro, netto: l’ex assessore Briale non può essere parte di questo progetto politico. La discontinuità con l’amministrazione Damiano va marcata plasticamente. La sua presenza nelle liste sarebbe inopportuna. Motivazioni che sono sembrate, da subito, pretestuose ai Futuristi rinfacciando i ruoli di sottogoverno che fedelissimi di Mister Preferenze hanno tenuto sotto la giunta del Generale. Schermaglie che sono state rinfacciate vicendevolmente fino a ricordare a Tranchida, da parte di Briale, un incontro dei mesi scorsi, subito dopo le politiche, in cui i due avrebbero sancito un patto  politico che non aveva motivi ostativi per realizzarsi. Così, Salone e Briale hanno abbondanato il tavolo parecchio irritati. Il candidato sindaco ha provato a mediare, chiedendo un passo indietro all’ex assessore. Una richiesta irricevibile, visto che così la lista di riferimento al Sindaco di Mazara del Vallo Cristaldi sarebbe fortemente a rischio. Infatti, dopo il rinvio a giudizio dell’ex consigliere Salone per truffa nei confronti del Comune di Trapani e la relativa rinuncia a candidarsi, far saltare il nome di Briale, e quindi del suo gruppo in lista, metterebbe in pericolo la presentazione dei Futuristi al fianco di Tranchida. In sintesi, per il duo Salone-Briale, proprio quello che vorrebbero Guaiana e La Porta con cui, da sempre, non corrono buoni rapporti, per usare un eufemismo.  Adesso sono a lavoro i pontieri; ma sembra che Amo Trapani è determinata: o noi o loro. Una patata bollente che Tranchida deve maneggiare con cura dopo le accuse degli alleati sulla corsia privilegiata che il candidato sindaco avrebbe tracciato per il sodale della prima ora, Vincenzo Abbruscato. Per lui, il posto in giunta è assicurato sin dal primo giro, mentre per gli alleati è stato accordato un tecnico nell’eventuale giunta tranchidiana. Una decisione che favorirebbe non poco la composizione della sua lista, avendo, in sintesi, un posto in più nella possibile elezione di consiglieri, facilitando e rafforzando la presentazione di “Trapani con Coerenza” a scapito delle altre della coalizione. 

 

Da telesud3.com

Pubblicità Pubblicità
Pubblicità Pubblicità
Pubblicità Pubblicità
Pubblicità Pubblicità
Pubblicità Pubblicità
Pubblicità Pubblicità
Pubblicità Pubblicità

Telesud, news e notizie aggiornate dalla provincia di Trapani.

Telesud 3 s.r.l. – via Isolella 13, 91100 Trapani - Direttore responsabile Salvatore Cammareri
Email: redazionetelesud3.com - Tel. 092325002 - Fax. 092324260
P.IVA: 01440320818 - TRIB. TRAPANI: 4555 - C.C.I.A.A. TRAPANI: 84190